Recette: Patate della Sila IGP 'Mpacchiuse

Le Patate ‘mpacchiuse sono un piatto tipico cosentino, preparato con patate della Sila IGP che vengono cotte in poco olio, in modo da non friggere. Da questo tipo di preparazione, che fa si che le fette di patata si attacchino tra di loro, deriva il nome “‘mpacchiuse” che significa appiccicose/appiccicate. Le patate ‘mpacchiuse possono essere arricchite con diversi ingredienti. Ad esempio, funghi porcini e cipolla rossa di Tropea. Le patate mpacchiuse sono solitamente usate come perfette anche per l’antipasto, magari servite in piccole cocotte monoporzione insieme a sottoli, salumi e formaggi tipici del luogo. Le patate devono essere a pasta gialla e soda.

INGREDIENTI

  • 4 grosse patate della sila IGP 
  • 1 cipolla di Tropea
  • 100 gr. di funghi porcini
  • olio extravergine di oliva qb
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale qb
  • peperoncino fresco o in scaglie (opzionale)

PREPARAZIONE

Pulite i funghi eliminando la terra con un panno umido e tagliateli a fettine piuttosto spesse (se non avete a disposizione quelli freschi, in alternativa potete utilizzare funghi surgelati facendoli prima scongelare). Sbucciate ed affettate anche la cipolla di Tropea. Lavate le patate della Sila IGP, pelatele e tagliatele a rondelle non troppo sottili (circa 0,5 cm).

In una padella capiente versate un filo d’olio extravergine di d’oliva e fatevi dorare lo spicchio d’aglio. Eliminate l’aglio ed aggiungete nella padella le patate, aggiustate di sale e se volete aggiungete anche il peperoncino piccante, fresco tagliato a rondelle oppure in scaglie secche, mescolate e coprite la padella col coperchio.

A metà cottura aggiungete i funghi e la cipolla, mescolate le patate in modo da amalgamarle con gli altri ingredienti e girarle dal lato non cotto, ricoprite e fate cuocere ancora.

Le patate mpacchiuse sono pronte quando saranno appiccicate tra di loro e ben dorate su tutti i lati, quindi controllate di tanto in tanto la cottura e giratele ancora se necessario, ma non troppo spesso per evitare che si rompano.

Scolate le patate dall’olio sollevandole con una schiumarola e servitele ben calde, accompagnandole con un buon bicchiere di vino rosso calabrese.